Benvenuti su Cartoni animati.tv!
I cartoni animati che avete sempre sognato, quelli della vostra infanzia, quelli immortali che dopo tanti anni sono ancora apprezzati, da oggi sono su cartoni-animati.tv. I cartoni trasmessi in TV e oggi disponibili su internet.

Risultati della ricerca

19   gen
Archiviato in (Cartoni censurati) da Ludus il 19-01-2009

Cartone animato in bianco e nero del 1938, della serie dei Censored 11, i cartoni ritenuti razzisti e censurati in TV. Si parla della mitica isola di Pingo Pongo oltre la costa africana.

Informazioni sul cartone animato L’isola di Pingo Pongo

  • Titolo originale: The isle of Pingo Pongo
  • Produzione: A Vitaphone Production
  • Distribuito da: Warner Bros
  • Personaggi: Nativi Zulu, Egghead, uccello mimo, canarino, elefante, gazelle, orso bianco, Eschimese in vacanza
  • Diretto da Fred ‘Tex’ Avery
  • Prodotto da Leon Schlesinger
  • Animato da Irven ‘Irv’ Spence
  • Scritto da George Manuel
  • Pubblicato per il cinema il 28 marzo 1938
  • Durata: 8:35 minuti
  • TechniColor
  • U.S.A.


10   gen
Archiviato in (Cartoni censurati) da Ludus il 10-01-2009

Un altro degli 11 cartoni animati censurati, creati nel periodo ’30 e ’40, e ritenuti razzisti. Nel cartone, del 1938, troviamo un venditore di aspirapolveri che rischia di essere trasformato nel pranzo di una tribù di cannibali.

Informazioni sul cartone animato I cannibali della giungla

  • Titolo originale: Jungle Jitters
  • Produzione: A Vitaphone Production
  • Distributito da: Warner Bros
  • Personaggi: Cannibali, Venditore di aspirapolveri, Regina
  • Diretto da I. Freleng (Isadore ‘Friz’ Freleng)
  • Prodotto da Leon Schlesinger
  • Animato da Phil Monroe
  • Scritto da George Manuel
  • Pubblicato per il cinema il 19 febbraio 1938
  • Durata: 6:57 minuti
  • Colore
  • U.S.A.


16   mar
Archiviato in (Braccio di Ferro) da Ludus il 16-03-2008

Un cartone animato del 1936, in bianco e nero, che vede Braccio di Ferro e Bluto arruolarsi per amore di Olivia. Oguni dei due tenta di dimostrare al reclutatore di essere il migliore.

Informazioni sul cartone animato di Braccio di Ferro

  • Titolo originale: I’m In The Army Now
  • Studio di animazione: Fleischer Studios
  • Distribuito da: Adolph Zukor
  • Personaggi: Popeye, Olive Oyl, Bluto, Swee’pea
  • Diretto da Dave Fleischer
  • Prodotto da Max Fleischer
  • Pubblicato inizialmente il 25 dicembre 1936
  • Pubblicato inizialmente per il cinema
  • Durata: 7 minuti
  • Colore
  • U.S.A.

“Information courtesy of The Big Cartoon DataBase. Used with permission.”



24   feb
Archiviato in (Tom e Jerry #2) da Ludus il 24-02-2008

Un episodio a colori dei ben conosciuti Tom e Jerry, un cartone animato del 1953 in cui un piccolo elefante cade dal treno e stringe amicizia con Jerry. Tom crederà si tratti di un gigantesco topo…

Informazioni sul cartone animato di Tom e Jerry

  • Titolo originale: Jerry And Jumbo
  • Studio di animazione: MGM
  • Distribuito da: Metro-Goldwyn-Mayer
  • Personaggi: Tom, Jerry, Baby Elephant, Mother Elephant
  • Diretto da William Hanna, Joseph Barbera
  • Prodotto da Fred Quimby
  • Animato da Kenneth Muse, Irv Spence, Ed Barge
  • Pubblicato inizialmente il 21 febbraio 1953
  • Pubblicato inizialmente per il cinema
  • Durata: 7:13 minuti
  • TechniColor
  • U.S.A.

“Information courtesy of The Big Cartoon DataBase. Used with permission.”



19   feb
Archiviato in () da Ludus il 19-02-2008

Alvin e i ChipmunksOgni bambino che si sia mai trastullato con un giradischi a più velocità sa che quando aumenti la velocità il suono diventa ridicolo. Lo scrittore ed interprete Ross Bagdasarian (col nome d’arte “David Seville”) può essere stata la prima persona a diventare milionaria per questo fatto. Il suo primo tentativo di guadagnare con quel fenomeno fu una canzone popolare chiamata “Witch Doctor“, registrata nel 1958 per la Liberty Records. Vendette oltre un milione di copie ed è ancora ascoltata, in rare occasioni, come un vecchio successo. Ma egli diventò realmente ricco alla fine dell’anno di quel suo successo di Natale “The Chipmunk Song” (conosciuto anche come “Christmas, Don’t Be Late“).

L’idea era di usare quel suo espediente per rappresentare voci animali- farfalle, uccelli e così via. Furono i suoi figli a suggerirgli i tamia (chipmunks). Bagdasarian faceva tutte e quattro le voci da sé (compreso il personaggio di David Seville) e chiamò i suoi tamia come i dirigenti della Liberty Records Si Waronker, Ted Keep e Al Bennett — Simon, Theodore e Alvin.

Simon fu caratterizzato come era realmente, un buon ascoltatore e ben consapevole del fatto. La sua risposta a “Dave” che lodava la sua interpretazione era “Naturalmente”. Theodore era un tipo frivolo e non altrettanto sveglio. Ridacchiò all’elogio di Dave. Alvin era un tipo veramente sconvolto, quando Dave provava a criticarlo, egli doveva gridare per ottenere una qualsiasi risposta dalla piccola creaturina di pelliccia. Fu Alvin, naturalmente, a diventare protagonista e fu probabilmente la partecipazione di Alvin a mandare in vetta alla hit parade “The Chipmunk Song“.

Una nuova versione della canzone dei Chipmunks, riconoscendo lo status di protagonista di Alvin, fu subito preparata e “Alvin’s Harmonica” fu messa in vendita nel febbraio 1959. Questa fu seguita da Let’s Sing with the Chipmunks, un album che conteneva entrambe le canzoni, più le versioni Chipmunk di diverse altre canzoni conosciute (inclusa un’interpretazione di “Whistle While You Work“, dal film di Walt Disney Biancaneve). Presto cominciarono ad apparire al The Ed Sullivan Show, con burattini disegnati e creati da Bob Clampett (Tweety Bird, Beany e Cecil) che rappresentavano i Chipmunks.

La loro prima apparizione nel mondo dei fumetti fu nel 1959, quando la Dell Comics dedicò la sua 1042esima pubblicazione della rivista Four Color Comics alle loro avventure. Ma non divenne una serie, ed i disegni creati per quella pubblicazione, con le giuste proporzioni e dall’aspetto molto più reale da ciò che ci si aspetterebbe da un fumetto, non furono più usati. Si trasformarono realmente in personaggi a fumetti solo un paio di anni dopo, quando The Alvin Show debuttò nella CBS.

Alvin e i ChipmunksC’erano quattro intervalli in quello spettacolo. Due di questi (più corti della maggior parte degli intervalli a cartoni degli spettacoli) vedevano i Chipmunks guidare gli spettatori a cantare assieme a loro, ed uno aveva come protagonista un inventore pazzo chiamato Clyde Crashcup. L’intervallo principale rappresentava i Chipmunk come bambini, con David Seville, loro tutore, nel ruolo di papà. Alvin era senza alcun dubbio il protagonista, con Simon e Theodore come spalle. Inoltre Bagdasarian fece tutte e quattro le voci, con Shepard Menken (che doppiò Milo in Chuck Jones’s The Phantom Tollbooth) come Crashcup. Inizialmente durò una sola stagione, ma fu replicato l’anno dopo di sabato mattina, e da allora è stato visto in repliche distribuite su licenza.

La Dell adattò i cartoni della TV a un albo a fumetti, che iniziò nel dicembre 1962. Questa versione ebbe 28 uscite, l’ultima datata ottobre 1973. La Dell lo candidò anche alla presidenza nel 1964, mettendolo in compagnia di Andy Gump, Betty Boop ed altri personaggi a fumetti candidati alla presidenza. Anche Crashcup ebbe un albo con la Dell, per un breve periodo. E naturalmente ci furono magliette, libri da colorare e simili.

Fece il suo corso e Bagdasarian andò in pensione. Morì nel 1972. Cinque anni dopo suo figlio, Ross Jr., ritirò fuori l’idea dei Chipmunks e provò a vendere i personaggi alla nuova generazione. Ci vollero due anni, ma finalmente la NBC ripubblicò The Alvin Show sabato mattina, nella stagione 1979-80. Contemporaneamente, una battuta di un disk jockey su un album chiamato Chipmunk Punk portò Bagdasarian Jr. a pubblicare un album con quel nome nel 1980. Il successo dell’album, più le repliche della serie della NBC, provocò una ripresa dei Chipmunks su vasta scala.

Una nuova versione animata, Alvin & the Chipmunks, debuttò alla NBC il 17 settembre 1973. Il disegno di base dei Chipmunk era simile a quello del primo show, ma in uno stile più moderno; e i Chipmunks, come gente mortale, sembrano essere invecchiati poco nel corso degli anni. Un sintomo dell’invecchiamento è la scoperta delle ragazze; e questo show ne ebbe tre, The Chipettes, Jeanette, Brittany ed Eleanor. Le ragazze avevano un mentore, Miss Rebecca Miller, l’equivalente di Dave. Bagdasarian Jr. doppiò tutti i personaggi maschili eccetto Theodore, mentre sua moglie, Janice Karman, doppiò la maggior parte degli altri, con Dody Goodman (Mrs. Morgan in Punky Brewster) nella parte di Miss Miller. Questi loro ruoli di spalla erano mostrati nel titolo e Simon e Theodore erano ancora personaggi secondari. Lo show ha ancora intervalli musicali, ma Clyde Crashcup non ne fece in questa nuova serie.

In questo periodo The Chipmunks ebbero ancor più successo di prima. Restarono in Tv fino al 1991, sfornando un lungometraggio, A Chipmunk Adventure (uscito il 22 maggio 1987). Ebbero anche un ritorno al fumetto, almeno per un breve periodo, quando la Harvey Comics ristampò cinque dei vecchi fumetti della Dell nel 1992. Più recentemente furono prodotti due cartoni, film in cassetta, in cui i Chipmunks incontravano Frankenstein, nel 1999, e il Lupo Mannaro, nel 2000 (Alvin and the Chipmunks Meet Frankenstein e Alvin and the Chipmunks Meet the Wolfman). Ancor più recentemente furono protagonisti di un lungo metraggio della Fox 2000 Pictures e della Bagdasarian Production, uscito il 14 dicembre 2007.

Niente male per un espediente conosciuto da ogni bambino che si sia mai trastullato con un giradischi a più velocità.

Risorse su Alvin e i Chipmunks